Umidità nel legno e problemi di combustione

Umidità nel legno e problemi di combustione

Cosa succede quando il legno è umido

Se i tronchi di legna che usiamo per accendere il fuoco non sono ben asciutti, noteremo che sulla porta di vetro si accumula più sporco e la legna impiega più del solito a consumarsi. In realtà, questo non è un vantaggio, perché la capacità di produrre calore sarà molto più bassa del normale. Inoltre, i residui generati come la fuliggine o creosoto o il fumo saranno maggiori.

Bisogna sottolineare che la legna ha sempre un grado di umidità, quindi non possiamo aspettarci tronchi assolutamente asciutti. Infatti, se ce ne fossero, si consumerebbero molto rapidamente e non sarebbero utili. Quando cerchiamo che legna dovrei usare per il camino, cercheremo una con circa il 20 percento di umidità.

Legna umida NON è legna bagnata

“Quindi, devo conservare la legna in un luogo lontano dalla pioggia?”, potresti chiederti. In realtà, l’umidità del legno e la pioggia sono diverse, anche se mantenere la legna in un luogo asciutto e protetto è consigliabile.

I produttori di legna da ardere non hanno un armadio gigante in cui conservano i tronchi. Quando la legna è asciutta e pronta all’uso, almeno 8 mesi dopo averla tagliata, viene lasciata all’aria aperta, quindi può bagnarsi a causa della pioggia. Tuttavia, se viene messa vicino al camino per qualche ora, si asciugherà e sarà pronta per l’uso.

TAMBIÉN TE PUEDE INTERESAR:
Che cos'è e come funziona il sistema di triplo combustione nei cassette

Tuttavia, il periodo più adatto per acquistare e conservarla è nei mesi precedenti l’inverno. Agosto, settembre e ottobre sono i mesi in cui gli esperti comprano i loro tronchi per l’inverno.

umidità nel legno,legna da ardere bagnata

Perciò, invece di legna umida si parla spesso di legna verde, che è quella che non è stata adeguatamente essiccata, sia perché non è passato abbastanza tempo da quando è stata tagliata, sia perché la sua manipolazione non è stata adeguata. Questa è la legna che dovresti evitare, e non quella che si è bagnata perché piove.

Esiste un modo per asciugare rapidamente il legno umido?

Sì, ci sono alcuni modi per asciugare rapidamente il legno umido, anche se devi tenere presente che l’essiccazione del legno troppo in fretta può causare deformazioni o crepe, ma comunque, se è per l’uso come legna da ardere non ci sono problemi. Ecco alcune opzioni per accelerare il processo di essiccazione:

  1. Aria forzata: Usa un ventilatore per far circolare l’aria intorno al legno, il che aiuterà ad evaporare l’umidità più rapidamente. Assicurati che il legno sia ben sostenuto e abbia spazio per far circolare l’aria su tutti i lati.
  2. Deumidificatore: Metti un deumidificatore in una stanza chiusa con il legno umido. Questo aiuterà a rimuovere l’umidità dall’aria, accelerando il processo di essiccazione. Non è l’opzione più veloce, ma è una di esse.
  3. Riscaldatore: Usa un riscaldatore per aumentare la temperatura nella stanza in cui si trova il legno. Una temperatura di circa 25-30 gradi Celsius (77-86 gradi Fahrenheit) dovrebbe essere sufficiente.
  4. Asciugacapelli: Se hai solo una piccola quantità di legno umido, puoi usare un asciugacapelli per indirizzare aria calda sulla superficie del legno. Muovilo costantemente.
  5. Forno: Per pezzi piccoli di legno, è possibile asciugarli in un forno a bassa temperatura (meno di 100 gradi Celsius o 212 gradi Fahrenheit). Metti il legno su una teglia da forno e lascialo nel forno per diverse ore, controllando periodicamente il suo stato. Fai molta attenzione se scegli questa opzione, per sicurezza.
TAMBIÉN TE PUEDE INTERESAR:
Diversi utilizzi per la cenere di legna. Approfitta della cenere!

TRADURRE IL SEGUENTE TESTO HTML DALLO SPAGNOLO ALL’ITALIANO:

Il legno secco è migliore per la combustione nel camino?

Sì, il legno secco è migliore per la combustione in un camino rispetto al legno umido o verde. Il legno secco ha diversi vantaggi rispetto al legno umido:

  1. Maggiore potere calorifico: Il legno secco ha un minor contenuto di umidità, il che significa che produce più calore per unità di volume quando brucia. Il legno umido, d’altra parte, ha un’efficienza energetica inferiore, poiché parte dell’energia viene utilizzata per evaporare l’umidità anziché generare calore.
  2. Meno fumo e fuliggine: Il legno secco produce meno fumo e fuliggine durante la combustione. Il fumo e la fuliggine possono accumularsi nel camino, aumentando il rischio di incendi nel camino e richiedendo una pulizia più frequente.
  3. Facilità di accensione: Il legno secco è più facile da accendere rispetto al legno umido, poiché l’umidità nel legno verde rende difficile l’accensione. Il legno secco si accende più rapidamente e consente al fuoco di stabilizzarsi in modo più efficiente.
  4. Meno emissioni: Il legno secco emette meno gas e particelle dannose durante la combustione. Bruciare legno umido può rilasciare più composti organici volatili (COV) e particelle fini, il che può avere effetti negativi sulla qualità dell’aria e sulla salute umana.

Nella scelta del legno da bruciare in un camino, è importante selezionare legno che sia stato essiccato correttamente, con un contenuto di umidità del 20% o inferiore. Ciò garantirà una combustione più efficiente, con meno fumo e fuliggine e un impatto ambientale inferiore.

TAMBIÉN TE PUEDE INTERESAR:
Come funziona la doppia combustione in un camino

Come conservare la legna affinché continui ad asciugarsi

Se acquisti una buona quantità di legna, ne avrai abbastanza per tutto l’anno o anche di più. Per ottenere una combustione ottimale nel camino, conservala in un luogo ben ventilato. In questo modo continuerà ad asciugarsi e a perdere umidità, favorendo la capacità calorica e contribuendo anche a ridurre le emissioni di gas, poiché il legno verde può triplicare questo elemento.