Chiavi per la sicurezza passiva contro l’incendio

Chiavi per la sicurezza passiva contro l’incendio

Prima di subire le conseguenze di un incendio, ci sono una serie di cose che ci permettono di evitarne l’insorgenza. Sebbene sia vero che il fuoco può presentarsi per varie cause, alcune delle quali al di fuori del nostro controllo, se seguiamo alcune linee guida saremo ben protetti nel caso accada. Possiamo addirittura ridurre al minimo i danni se teniamo conto di alcune chiavi di sicurezza passiva.

Il primo fattore di sicurezza antincendio è proteggere adeguatamente la struttura degli edifici. Il legno è altamente combustibile, mentre il metallo perde resistenza quando viene sottoposto ad alte temperature e al fuoco diretto. Pertanto, i materiali devono essere protetti con prodotti e sistemi come vernici termiche, isolamenti in silicato o cementi speciali. Queste protezioni ignifughe svolgono una duplice funzione, impediscono la propagazione del fuoco e riducono le conseguenze di un incendio o addirittura possono prevenire l’incendio.

Sigillatura delle crepe come sicurezza passiva antincendio

Un’altra chiave è la corretta sigillatura di qualsiasi crepa che potrebbe alimentare o propagare il fuoco. Questa sigillatura può essere permanente o avvenire solo in caso di incendio, come avviene con i compartimenti negli edifici per uffici e altre costruzioni, che condividono il sistema di ventilazione e altri spazi attraverso i quali il fuoco può passare da un lato all’altro.

TAMBIÉN TE PUEDE INTERESAR:
Come prevenire un incendio

Nel primo caso, le crepe vengono sigillate con materiali resistenti che impediscono l’ingresso di aria che può alimentare il fuoco o farlo propagare altrove. Nel caso dei compartimenti, di solito vengono installati scomparti che rimangono aperti fino a quando non succede nulla e vengono chiusi ermeticamente per evitare che diventino vie di propagazione del fuoco.

sicurezza antincendio passiva

Qualcosa a cui prestare molta attenzione è la qualità dei materiali impiegati. Questi devono avere i sigilli di omologazione pertinenti, che garantiscono di aver superato le prove critiche sufficienti per resistere al calore o al fuoco diretto per un determinato numero di minuti, variabile in base al grado di protezione.

Questa omologazione può essere trovata in vetri, mastici, cementi e altri tipi di materiali da costruzione, ed è obbligatoria in determinati edifici e costruzioni, come le aree di pubblico accesso o i camini, che devono essere adeguatamente isolate e protette con materiali di sicurezza passiva antincendio, come mattoni refrattari, mastici resistenti al fuoco diretto e vernici ignifughe.

Linee guida per la sicurezza attiva antincendio

Un’altra chiave per proteggersi dal fuoco è che la sicurezza passiva non è efficace se non vengono adottate anche linee guida per la sicurezza attiva. Ad esempio, non serve a nulla aver isolato un camino o una stanza dal fuoco con materiali altamente resistenti, se poi si lascia aperta la porta o si permette al fuoco di sfuggire al controllo. La sicurezza passiva si sviluppa all’interno di un’attività responsabile nei confronti del fuoco. Per questo motivo, da HotFireDoor ti consigliamo di prestare attenzione alla sicurezza e alla protezione in tutto ciò che fai. Solo in questo modo potrai evitare che il fuoco causi danni gravi.

TAMBIÉN TE PUEDE INTERESAR:
COS'È IL FUOCO E COME FUNZIONA?